27 Febbraio 2017

Calcio: dirigente Avellino si finge sindaco con l'arbitro della partita col Bari

Espulso per proteste dal rettangolo di gioco durante la gara del campionato Primavera Avellino-Bari, il dirigente dell' Avellino Enzo Vito prima ha tentato di aggredire l' assistente dell'arbitro, poi ha affrontato a muso duro il direttore di gara. "Lei non sa chi sono io" ­ gli ha detto ­ aggiungendo di essere il sindaco di Lacedonia (Avellino), il Comune sul cui campo la squadra Primavera dell' Avellino gioca le gare interne del campionato. Per calmare gli animi è intervenuto il vero sindaco, Mario Rizzi, con sorpresa della terna arbitrale. La partita è stata vinta dal Bari per 2­1. Il dirigente dell' Avellino è stato deferito, e per il club si profila una squalifica di due turni del campo di gioco.

Editoriali

Povera Italia Povera Italia La crisi italiana rischia di diventare perenne. Può accadere quando più che dalla voglia di riscatto, ci si ritrova preda di due cattivissimi maestri: la demagogia e la furbizia. E al grido di 'dagli...

Commenti

Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Sono stati 145 i voti di sfiducia nei confronti del segretario provinciale del Pd Raffaele Vitale, ma non sono bastati a sfiduciarlo. Ne sarebbero bastati altri quattro o cinque  in pratica, che però...