20 Gennaio 2017

Cinema: Giffoni, in giuria 4 ragazzi iracheni fuggiti da Isis

Alle giurie del Festival Giffoni Experience 2015, in programma dal 17 al 26 luglio, si aggiungono anche quattro ragazzi iracheni della Piana di Ninive, fuggiti con le famiglie dalle loro case nell'estate dell'anno scorso davanti all'avanzata dell'Isis. A rendere possibile l'iniziativa e' stato l'ambasciatore italiano in Iraq, Massimo Marotti, che ha proposto la loro partecipazione al Film Festival 2015 per offrire ai quattro ragazzi e ad un loro accompagnatore l'opportunità di vivere dieci giorni con coetanei di altre nazioni in Italia, nello speciale ruolo di giurati e nell'atmosfera che si respira a Giffoni durante il Festival. Il Direttore del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi, ha accettato con piacere la richiesta. Lo scorso anno i quattro ragazzi, tra i 12 e i 14 anni, hanno dovuto abbandonare con le loro famiglie le proprie case nell'Iraq del Nord e oggi vivono assieme a migliaia di abitanti di Mosul e della Piana di Ninive nel quartiere cristiano di Erbil, nella parrocchia di Sant'Elia, parte della Diocesi caldea. A rendere possibile la loro partecipazione e' stato il contributo economico di due imprese italiane: la SSE Sirio Sistemi Elettronici di Prato e Valvitalia di Pavia. Marotti ha incontrato le quattro famiglie a Erbil domenica 24 maggio assieme al parroco, Padre Douglas al­Bazi. Le famiglie hanno dato il loro assenso e i quattro ragazzi saranno accompagnati in Italia da uno dei loro insegnanti. (

Editoriali

Povera Italia Povera Italia La crisi italiana rischia di diventare perenne. Può accadere quando più che dalla voglia di riscatto, ci si ritrova preda di due cattivissimi maestri: la demagogia e la furbizia. E al grido di 'dagli...

Commenti

Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Sono stati 145 i voti di sfiducia nei confronti del segretario provinciale del Pd Raffaele Vitale, ma non sono bastati a sfiduciarlo. Ne sarebbero bastati altri quattro o cinque  in pratica, che però...