27 Febbraio 2017

Avellino: riciclavano online auto rubate, arrestati dalla Polstrada

Un fiorente mercato di auto rubate rivendute on­line in tutta Italia con targhe e documenti contraffatti è stato stroncato dagli agenti della Polstrada di Avellino che, insieme ai colleghi di Brindisi, hanno arrestato due persone, una donna di 32 anni di Brindisi, e un 46enne di Taranto, e denunciato a piede libero una loro complice. Le indagini presero inizio nel mese di ottobre in seguito alla denuncia di un residente in provincia di Avellino, che aveva acquistato un' auto risultata avere telaio, documenti e targhe contraffatte. Gli investigatori hanno quindi finto di aderire all'acquisto di un'auto messa in vendita dalla stessa organizzazione su un noto sito Internet e, una volta recatisi sul posto per visionare l' auto, hanno bloccato i due truffatori, trovati in possesso di documenti di riconoscimento falsi. All'auto era stata apposta una targa falsa, con documenti di circolazione falsi. Sequestrate dalla Polizia stradale numerose patenti di guida contraffatte, carte di circolazione intestate a persone inesistenti e centraline elettroniche di veicoli decodificate. Le accuse nei confronti degli indagati sono di falso, truffa, ricettazione e riciclaggio di veicoli.

Editoriali

Povera Italia Povera Italia La crisi italiana rischia di diventare perenne. Può accadere quando più che dalla voglia di riscatto, ci si ritrova preda di due cattivissimi maestri: la demagogia e la furbizia. E al grido di 'dagli...

Commenti

Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Per pochi voti non passa la sfiducia ma adesso Vitale dovrà scegliere Sono stati 145 i voti di sfiducia nei confronti del segretario provinciale del Pd Raffaele Vitale, ma non sono bastati a sfiduciarlo. Ne sarebbero bastati altri quattro o cinque  in pratica, che però...